Studio Busnelli

 

  • I tassi di interesse sono a zero
  • Conti deposito e pronti contro termine hanno rendimenti irrisori
  • I titoli di Stato e i fondi obbligazionari rendono pochissimo e hanno prezzi altissimi
  • Le obbligazioni che hai in portafoglio sono salite di prezzo e da adesso alla scadenza non renderanno più niente perché il guadagno della cedola verrà mangiato dalla discesa del prezzo fino a 100
  • I mercati azionari sono molto rischiosi: quello americano è sui massimi storici, quelli europei sono in difficoltà a causa dell’economia che non va bene e per i problemi delle banche, quelli emergenti hanno problemi a causa dei prezzi delle materie prime

 

In questa situazione è alquanto difficile per il risparmiatore investire bene i propri soldi: o rendono pochissimo, non riuscendo neanche a coprire l’inflazione, oppure per ricercare il rendimento rischia di perderli.


La banca ti propone prodotti con rendimenti dell’1% oppure di rischiare investendo in azioni e valute.


SOLUZIONE

Nonostante tutto, è ancora possibile ottenere ottimi rendimenti senza rischiare troppo:

  • Investendo in obbligazioni con rendimenti del 5%-6%-7%, che le banche non propongono ai privati, perchè quotate su mercati esteri e riservate a istituzionali. Come ad esempio Wind, Sisal, Anglogold Ashanti (terzo produttore al mondo di oro).
  • Seguendo un metodo professionale, per tenere sotto controllo il rischio.
  • Seguendo quotidianamente il portafoglio, non come fanno in banca (compito del consulente)
  • Gestendo in maniera dinamica il portafoglio: non viene lasciato fermo per mesi in balia degli eventi, c’è un continuo processo di allineamento ai nuovi scenari di mercato, vengono effettuate operazioni per cogliere le opportunità che il mercato continuamente offre e si esce tempestivamente quando la situazione non è favorevole.


BENEFICI

  • Rendimento sicuro: le obbligazioni sono l’unico strumento finanziario che ti garantisce un rendimento sicuro portando il titolo a scadenza.
  • Non rischi di perdere soldi come con le azioni.
  • Bassa volatilità perchè le obbligazioni sono a breve scadenza.
  • Rischio bassissimo perchè il portafoglio viene diversificato su 20-30 titoli: anche se un titolo dovesse andare male, viene bilanciato dalle cedole degli altri titoli.
  • Le cedole alte rappresentano un vero e proprio reddito aggiuntivo.
  • Raddoppi il capitale in 10 anni con la capitalizzazione composta (reinvestendo le cedole).

 

Tutto questo nella più totale sicurezza perchè i soldi rimangono nella tua banca di fiducia. Proponiamo e decidiamo insieme a te le scelte di investimento, ma sei tu che compri con la tua banca i titoli che noi ti consigliamo.


Siamo consulenti indipendenti, non lavoriamo per nessuna banca
quindi possiamo consigliare i prodotti con il miglior rapporto rischio-rendimento, non quelli più redditizi per la banca. Non vendiamo prodotti e non raccogliamo soldi.

Siamo dei professionisti che conoscono perfettamente tutti i prodotti del mercato e come si comportano le banche e soprattutto che stanno dalla parte del cliente e non da quella delle banche.

I promotori finanziari, i private banker e qualsiasi altra figura bancaria deve raggiungere dei budget prefissati e guadagna una percentuale sui prodotti che vende, quindi fa il suo interesse cercando di vendere i prodotti più remunerativi per lui e soprattutto fa l’interesse della banca vendendo i prodotti che la sua banca gli dice di vendere.

Noi siamo professionisti indipendenti e siamo remunerati esclusivamente dal cliente, quindi non abbiamo conflitti di interesse.

 

Diamo indicazioni personalizzate in funzione della realtà reddituale e patrimoniale, degli obiettivi, delle esigenze, dei bisogni, del profilo di rischio e dell’orizzonte temporale di ogni cliente.

 

I nostri ottimi risultati sono frutto dell’applicazione di un metodo che ha come obiettivo quello di ottenere risultati positivi indipendentemente dall’andamento dei mercati.

Il nostro è un metodo professionale che cerca di massimizzare il rendimento sostenendo il minimo rischio.

Nella costruzione del portafoglio e più nello specifico nella scelta di ogni singolo titolo vengono presi in considerazione: variabili macroeconomiche, fondamentali degli emittenti e analisi tecnica.