MIFID 2: nuova normativa del 2018

Da gennaio 2018 è entrata in vigore la MIFID 2. MIFID 2, sigla di Markets in Financial Instruments Directive, rappresenta una continuazione ed un miglioramento della prima MIFID che è stata introdotta nel 2007. L’obiettivo è una maggiore trasparenza informativa ed una migliore tutela per gli investitori. MiFID 2 consulenza Dovrà essere specificato se la consulenza è prestata su base indipendente o non indipendente. Nel primo caso il consulente sarà pagato solo con una parcella per la consulenza prestata, nel secondo caso, il consulente, legato Continue reading →

PAC: piano di accumulo di capitale

I PAC, ossia Piano di Accumulo di Capitale, sono un prodotto finanziario che permette al sottoscrittore di investire progressivamente in prodotti di investimento collettivo. La modalità di sottoscrizione dei PAC avviene tramite un versamento periodico di capitale per un certo periodo temporale. In altre parole, l’investitore contribuisce con versamenti costanti, a scadenze regolari, per un periodo temporale prestabilito. Il termine accumulo deriva proprio dal fatto che il capitale del risparmiatore cresce in modo graduale nel tempo. Supponiamo che un risparmiatore X voglia acquistare un piano Continue reading →

Fondi comuni: quanto costano?

I fondi comuni di investimento sono istituti finanziari, il cui ruolo consiste nell’investire i capitali raccolti dai risparmiatori in attività finanziarie come azioni, obbligazioni, titoli di stato e in alcuni casi immobili. Un fondo di investimento è, in pratica, paragonabile a una sorta di cassa comune, guidata da professionisti, il cui scopo è assemblare le risorse di più investitori e farle fruttare. I fondi comuni, sono suddivisi in tante parti unitarie, dette quote, che vengono sottoscritte dai risparmiatori e garantiscono uguali diritti. Quest’ultimi, offrono al risparmiatore Continue reading →

REIT: cosa sono?

Un Real Estate Investment Trust, ossia REIT, è una società che opera nel settore immobiliare. Simili ai fondi di investimento immobiliari, possiedono, amministrano e finanziano beni immobili che generano un reddito. Solitamente sono negoziati in grandi mercati finanziari, garantendo quindi agli investitori una partecipazione liquida nel mercato immobiliare. Una società necessita i seguenti requisiti normativi per essere riconosciuta come un Real Investment Trust: –          Il 75% del capitale totale deve essere investito in immobili, denaro contante o titoli di stato –          Il 75% del proprio Continue reading →

Obbligazioni subordinate: cosa sono?

Quante volte abbiamo sentito nominare le obbligazioni subordinate sia in televisione che sui giornali. Recentemente le obbligazioni subordinate sono state strettamente legate alle vicende di Banca Marche o la più celebre Banca Etruria. Nonostante le obbligazioni subordinate siano state sotto i riflettori per queste vicende, in pochi sono al corrente del loro significato. I titoli di debito subordinati, o junior, sono titoli il cui rimborso, nel caso di liquidazione o fallimento dell’emittente, avviene successivamente a quello dei creditori ordinari, comprese le normali obbligazioni senior o Continue reading →

Fondo comune immobiliare: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

La domanda crescente di nuovi prodotti finanziari è all’origine di prodotti e servizi sempre più sofisticati e innovativi. Fu così che nel 1998, in Italia, gli operatori diedero luce al fondo comune immobiliare. Quest’ultimo permette al sottoscrittore di investire nel mercato immobiliare, che per sua natura richiede un investimento di lunga durata e di ridotta liquidità, attraverso l’acquisizione di quote finanziarie del fondo. Il fondo comune di investimento immobiliare permette dunque all’investitore di approdare nel mercato immobiliare senza un’acquisizione diretta dell’immobile. Caratteristiche principali del fondo Continue reading →

Obbligazioni: cosa sono? come funzionano? quali sono le loro caratteristiche?

All’interno di ogni portafoglio finanziario, una parte fondamentale è costituita dalle obbligazioni. In effetti, le obbligazioni rappresentano una delle tre principali categorie generiche di asset, insieme alle azioni e alla liquidità. Pertanto è essenziale che ogni risparmiatore sia al corrente del loro significato e delle opportunità che offrono. Acquistando un’obbligazione un investitore presta denaro a un’entità (tipicamente societaria o governativa) che prende in prestito i fondi per un periodo di tempo definito impegnandosi a pagare degli interessi (fissi o variabili) e a restituire il capitale Continue reading →

Consulente Finanziario Indipendente: servizi e vantaggi

Il Consulente Finanziario Indipendente è un libero professionista, come il commercialista o l’avvocato, che lavora esclusivamente nell’interesse del proprio cliente. Contrariamente all’operatore bancario o al promotore finanziario, che ricevono uno stipendio dalla banca o dalle società di gestione, il Consulente Finanziario Indipendente, essendo remunerato a parcella esclusivamente dal proprio cliente, è privo di ogni conflitto di interesse. Generalmente, i servizi offerti da un Consulente Finanziario Indipendente sono i seguenti: – Pianificazione finanziaria – Analisi del portafoglio – Analisi dei singoli prodotti – Asset allocation – Continue reading →

Fondi pensione europei

Con i fondi pensione europei – PEPP (prodotti pensionistici personali paneuropei), a partire dal 29 giugno 2017, i consumatori europei beneficiano di una scelta più ampia in materia di risparmio. L’obiettivo principale dei fondi pensione europei è quello di offrire ai risparmiatori europei un prodotto più competitivo rispetto ai fondi pensionistici nazionali. I fondi pensione europei sono un prodotto pensionistico rivolto a tutte le persone residenti in Europa che desiderano avere una previdenza complementare. In effetti, sia le persone disoccupate, occupate, sia lavoratori autonomi o Continue reading →

VaR – Value at Risk – cos’è? Quando viene impiegato?

Il VaR, ossia Value at Risk, è uno strumento statistico utilizzato principalmente da istituti finanziari per misurare e quantificare il livello di rischio finanziario all’interno di una impresa o di un portafoglio di investimenti. Esso rappresenta dunque la perdita massima ipotizzabile di una impresa o di un portafoglio di investimenti. Ovviamente nell’ipotizzare la perdita, il modello prende in considerazione una serie di fattori, correlati tra loro, che possono influire negativamente o positivamente sulle attività finanziare detenute. A questi fattori, l’operatore ne associa una distribuzione e Continue reading →