Author Archives: Alessandro Busnelli

Wirecard: lo scandalo che ha colpito la Germania

“È un disastro completo quello a cui stiamo assistendo”, “È una vergogna che sia successo qualcosa di simile”. Queste sono delle frasi pronunciate da Felix Hufeld, capo del Financial Regulator BAFIN (l’equivalente della CONSOB in Germania); riferendosi allo scandalo della società Wirecard. Questa società principalmente si occupa di elaborazione di pagamenti elettronici per i commercianti e vanta clienti del calibro di FedEx, FitBit e KLM (la compagnia area olandese). Lunedì Wirecard ha annunciato che 1,9 miliardi di euro di attività riportate a bilancio probabilmente non Continue reading →

Recovery fund: l’UE mette in campo 750 mld per risollevare l’economia

La commissione europea ha svelato quello che sarà il recovery fund: un piano da 750 mld per risollevare l’economia dalla peggiore crisi dagli anni ’30. I 750 mld si dividono in: 500 mld di sovvenzioni e 250 mld di prestiti. I primi verranno investiti per 310 mld in green economy e nel digitale. L’idea è quella di raccogliere come UE 500 mld dai mercati e poi inviarli ai vari stati come sovvenzioni; questo è un passo storico, infatti la Germania da sempre si era opposta Continue reading →

La corte costituzionale tedesca pone dubbi sulla legittimità del QE

Il 5/5/2020 la corte costituzionale tedesca ha stabilito che il QE1 e QE2 non monetizzano il debito pubblico degli altri stati dell’Eurozona, e che quindi non va contro i trattati. Accoglie però il ricorso di alcuni studiosi tedeschi secondo cui la BCE non abbia rispettato il principio di proporzionalità insito nel trattato. Questa sentenza non viene applicata al PEEP, ovvero la misura lanciata dalla BCE per far fronte ai danni economici causati dal corona virus. La corte costituzionale tedesca ha chiesto al consiglio direttivo di Continue reading →

Goldman Sachs: come reagiranno i vari settori alla crisi indotta dal corona virus

Alcuni giorni fa è uscito un report di Goldman Sachs in cui erano indicate le loro stime sulla variazione del fatturato annuo negli USA per i vari settori a seguito del corona virus. Per i loro analisti il settore che non sembrerebbe intaccato da questa emergenza, ma addirittura vedrebbe il proprio fatturato aumentare in maniera consistente (+15%) è quello sanitario. I settori invece che subiranno i maggiori cali sono quelli dello sport e dei viaggi, con riduzioni di circa l’80%, difatti con questa situazione non Continue reading →

Proposta di Intesa Sanpaolo per la crisi: BEI + MES

In questi giorni è pervenuta da Intesa San Paolo una soluzione allo stallo attualmente in piedi nelle trattive tra i vari capi di stato dell’UE. Questa prevede la ricapitalizzazione della Banca Europea degli Investimenti attraverso il MES (Meccanismo Europeo di Stabilità), che permetterebbe di superare il problema della mutualizzazione dei debiti, discorso che ai paesi nordici non piace per nulla. Il MES potrebbe indebitarsi per 100 miliardi che userebbe per ricapitalizzare la BEI, che grazie alla sua leva di oltre 6 finanzierebbe 600 miliardi di Continue reading →

La BCE mette in campo 750 miliardi

Nella conferenza stampa del 12/3 la presidente della BCE Christine Lagarde affermò che non era compito della BCE contenere gli spread. Questo causò un forte innalzamento dello spread che arrivò a superare quota 300, oltre che il peggior calo giornaliero della storia per il principale indice azionario italiano (-16,9%). Rispetto a queste parole fortunatamente un passo indietro c’è stato, difatti il 18/3 la BCE ha annunciato un nuovo quantitative easing dalla consistenza di 750 miliardi di €. In questa maniera nasce il “Pandemic Emergency Purchase Continue reading →

FED: tassi di interesse a zero e acquisto di obbligazioni e titoli di Stato

La FED per tentare di arginare la crisi economica indotta dalle conseguenze del coronavirus domenica 15/3 ha abbassato i tassi di interesse di 1% facendoli arrivare vicino allo 0, inoltre ha promesso di aumentare l’acquisto di obbligazioni e titoli di Stato di almeno 700 miliardi di $. Secondo gli analisti di Goldman Sachs il secondo trimestre il PIL statunitense registrerà un -5%, per poi riprendersi il terzo trimestre con un +3%. Powell dunque vuole iniettare molta liquidità per sostenere le aziende e le famiglie in Continue reading →

In America possibili incentivi fiscali per chi acquista azioni

Nell’ambito del prossimo pacchetto di tagli fiscali la Casa Bianca sta valutando modi per incentivare le famiglie statunitensi a investire nel mercato azionario. La proposta si rivolgerebbe a famiglie che guadagnano fino a 200.000 $ l’anno che potrebbero investire fino a 10.000 $ l’anno di quel reddito senza dover pagare delle tasse. Larry Kudlow, direttore del National Economic Council, ha dichiarato alla CNBC che il provvedimento vuole creare conti di risparmio universali, che combinerebbero: • risparmi per la pensione • risparmi per l’istruzione • risparmi Continue reading →

Coronavirus: conseguenze finanziarie

Steil afferma: “Con il coronavirus è sul tavolo della FED un eventuale nuovo taglio dei tassi” Molti investitori si domandano se le banche centrali diventeranno delle attrici protagoniste per arginare gli effetti economici che potrebbe causare la diffusione del coronavirus. Lunedì 3 febbraio la banca centrale cinese ha dato il via alle danze iniettando 22 miliardi di $ nei mercati, con il tentativo di dare maggiore liquidità mentre le quotazioni azionarie asiatiche crollavano nel primo giorno di negoziazione successivo al nuovo anno lunare. Benn Steil, Continue reading →

La crescita dell’equity crowdfunding

L’equity crowdfunding continua a crescere con tassi di crescita molto importanti sia in Europa che in Italia. A livello europeo il maggior portale per raccolta è il britannico Seedrs, che nel 2019 ha ricevuto investimenti per un ammontare di 283 mln £ con un tasso di crescita del 49% rispetto al 2018. In Italia nel 2018 erano stati raccolti tramite operazioni di equity crowdfunding 36 mln €, nel 2019 si è passati a 65 mln € con un incremento di circa l’80%. Nel 2020 il Continue reading →