Record del mercato azionario cinese

Il mercato azionario cinese ha raggiunto un valore record di oltre 10 miliardi di dollari, superando il precedente picco raggiunto durante la bolla azionaria di cinque anni fa.   Mercoledì, la capitalizzazione di mercato di tutte le azioni quotate a Shanghai e Shenzhen ha toccato i 10,08 miliardi di dollari. Il CSI 300 ha guadagnato circa il 17% quest’anno, rispetto al 9% dell’S&P 500. Inoltre, i mercati di Shanghai e Shenzhen hanno attratto circa 26,5 miliardi di dollari di fondi globali attraverso programmi di stock Continue reading →

Il FMI promuove gli investimenti pubblici

Il FMI (Fondo Monetario Internazionale) promuove gli investimenti pubblici e minimizza le preoccupazioni legate al debito dei governi per rilanciare l’economia post Covid-19.   Cambio di rotta del FMI   In un rapporto pubblicato lunedì, il FMI ha lanciato un appello ai paesi sviluppati di tutto il mondo per aumentare gli investimenti pubblici e innescare una forte ripresa economica. Secondo il fondo, i governi in questione dovrebbero preoccuparsi meno del loro debito pubblico e approfittare dei bassi costi di finanziamento per aumentare la spesa per Continue reading →

La Causa Legale di LVMH a Tiffany

La causa legale di LVMH a Tiffany mira a annullare l’accordo per l’acquisizione di uno dei brand più rilevanti nel mondo del lusso. Il gruppo francese ha esposto le argomentazioni legali per abbandonare l’affare che si aggirava intorno ai 16,6 miliardi di dollari.   La causa legale è legata ad una performance catastrofica del gruppo americano in seguito al COVID-19. In effetti, l’effetto della pandemia si è rispecchiato anche sul prezzo delle azioni di Tiffany. Il prezzo concordato inizialmente con LVMH era di 135 dollari, Continue reading →

Una nuova generazione di aziende Zombi

A seguito dell’emergenza Covid-19,  un aumento delle emissioni obbligazionarie ha dato vita a una nuova generazione di aziende Zombi. L’insorgenza del Covid-19 e il suo drammatico impatto sull’economia hanno portato le banche centrali a supportare le numerose aziende in difficoltà con prestiti a basso costo. In effetti, le principali banche centrali, tra cui la FED e la BCE, hanno deciso di proseguire con politiche monetarie accomodanti. Un mantenimento di tassi di interesse bassi (in alcuni casi negativi) e piani per agevolare il credito alle famiglie Continue reading →

Aumento di Capitale Rolls-Royce

Negli ultimi mesi, Rolls-Royce ha dimostrato di essere in difficoltà e ha continuato a rimandare un inevitabile aumento di capitale.   Lunedì, il gruppo di ingegneria aerospaziale ha valutato una possibile raccolta di capitale di 2,5 miliardi di sterline prevista per le prime settimane di ottobre.   In effetti, questo aumento di capitale è sempre stato più una questione di quando più che di se.   La necessità di liquidità da parte dell’azienda britannica ha messo costantemente le sue azioni sotto pressione. Quest’ultime sono scese Continue reading →

Tassi di interesse statunitensi bassi fino ad almeno il 2023

La Federal Reserve rafforza la sua risposta monetaria alla pandemia, non prevedendo aumenti dei tassi di interesse almeno fino alla fine del 2023 e afferma di non volere aumentarli fino a quando l’inflazione, per un certo periodo, non fosse stata superiore al 2% .   Nonostante l’economia statunitense si sia ripresa più velocemente di quanto la Fed aveva previsto all’inizio della crisi del coronavirus, portando la banca centrale ad aumentare le previsioni per l’attività economica di quest’anno, la ripresa è ancora lontana dall’essere completa. Quest’ultima Continue reading →

Il boicottaggio di Facebook

Facebook nei suoi 16 anni di storia non ha mai dovuto affrontare uno scandalo simile a quello che lo colpisce in questi giorni. Circa 800 aziende hanno annunciato di ritirare le loro pubblicità dai social network gestiti da Zuckerberg, in quanto a loro modo di vedere Facebook non fa abbastanza per controllare e fermare i contenuti di odio che spopolano all’interno del social network. Tra queste società rientrano pezzi da 90, come ad esempio: Coca Cola, Ford e Unilever. Il nome della società Facebook, specie Continue reading →

Wirecard: lo scandalo che ha colpito la Germania

“È un disastro completo quello a cui stiamo assistendo”, “È una vergogna che sia successo qualcosa di simile”. Queste sono delle frasi pronunciate da Felix Hufeld, capo del Financial Regulator BAFIN (l’equivalente della CONSOB in Germania); riferendosi allo scandalo della società Wirecard. Questa società principalmente si occupa di elaborazione di pagamenti elettronici per i commercianti e vanta clienti del calibro di FedEx, FitBit e KLM (la compagnia area olandese). Lunedì Wirecard ha annunciato che 1,9 miliardi di euro di attività riportate a bilancio probabilmente non Continue reading →

Recovery fund: l’UE mette in campo 750 mld per risollevare l’economia

La commissione europea ha svelato quello che sarà il recovery fund: un piano da 750 mld per risollevare l’economia dalla peggiore crisi dagli anni ’30. I 750 mld si dividono in: 500 mld di sovvenzioni e 250 mld di prestiti. I primi verranno investiti per 310 mld in green economy e nel digitale. L’idea è quella di raccogliere come UE 500 mld dai mercati e poi inviarli ai vari stati come sovvenzioni; questo è un passo storico, infatti la Germania da sempre si era opposta Continue reading →

La corte costituzionale tedesca pone dubbi sulla legittimità del QE

Il 5/5/2020 la corte costituzionale tedesca ha stabilito che il QE1 e QE2 non monetizzano il debito pubblico degli altri stati dell’Eurozona, e che quindi non va contro i trattati. Accoglie però il ricorso di alcuni studiosi tedeschi secondo cui la BCE non abbia rispettato il principio di proporzionalità insito nel trattato. Questa sentenza non viene applicata al PEEP, ovvero la misura lanciata dalla BCE per far fronte ai danni economici causati dal corona virus. La corte costituzionale tedesca ha chiesto al consiglio direttivo di Continue reading →