Le azioni cicliche sono dei titoli il cui prezzo è positivamente correlato con l’andamento dell’economia. Questi titoli sono noti per seguire i cicli di un’economia attraverso l’espansione, il picco, la recessione e la ripresa. Solitamente, quando le prospettive di crescita economica sono positive, le azioni cicliche aumentano maggiormente di valore rispetto alle altre mentre si verifica il contrario nei periodi caratterizzati da una contrazione della crescita economica.

 

La maggior parte dei titoli ciclici coinvolge aziende operanti nel settore chimico, automobilistico, dell’edilizia e della grande distribuzione. Quando l’economia è in crescita, i consumatori possono permettersi di comprare nuove auto, migliorare le loro case, fare shopping e viaggiare; dando così slancio a questo settore.

 

Quando l’economia decresce e entra in una fase di contrazione, queste spese discrezionali sono alcune delle prime che i consumatori decidono di tagliare. Di conseguenza, in questa fase le azioni perdono valore.

 

Considerazioni

 

Il fatto che le azioni cicliche seguono i movimenti del ciclo economico, li rende apparentemente più prevedibili. Questa prevedibilità nel movimento dei prezzi porta alcuni investitori a tentare di cronometrare il mercato, ovvero comprare le azioni nel punto basso del ciclo economico e  venderle nel  punto alto.

 

I titoli ciclici sono considerati più volatili dei titoli non ciclici o difensivi, come banche, assicurazioni, utilities e settore alimentare, il cui prezzo tende ad essere più stabili durante i periodi di contrazione economica. Ovviamente, le azioni cicliche offrono un maggiore potenziale di crescita, poiché tendono a sovraperformare il mercato durante i periodi di crescita economica.

 

Per i precedenti motivi, gli investitori che ambiscono ad una crescita a lungo termine con una volatilità controllata dovrebbero bilanciare i loro portafogli con un mix di titoli ciclici e di titoli non ciclici. Indipendentemente dal rendimento e dal grado di rischio che si è disposti a sopportare, qualsiasi portafoglio deve essere diversificato con titoli ciclici e difensivi.

 

 

 

 

 

 

Contributor: Andrea Panzitta

Menu