I nostri valori

Busnelli & Associati svolge un servizio di consulenza finanziaria indipendente.
Un’attività esercitabile esclusivamente dai consulenti finanziari autonomi remunerata a parcella unicamente dal cliente e senza nessun conflitto di interesse con banche, reti di vendita o altri intermediari. Di conseguenza, la nostra consulenza finanziaria non è soggetta a nessun conflitto di interesse.

Purtroppo, molti soggetti operanti nel settore finanziario si definiscono consulenti. In realtà non sono altro che venditori di prodotti gestiti dalla banca (fondi, gestioni patrimoniali, piani di accumulo, polizze unit linked, certificati), remunerati dalla banca o che ricevono retrocessioni dai prodotti che vendono.

È ovvio che un operatore deve fare l’interesse di chi lo paga. Di conseguenza si ritrovano soggetti ad un enorme conflitto di interessi, devono mediare gli interessi del cliente con quelli della banca.

Molti si definiscono addirittura indipendenti perché non appartengono ad una rete di vendita bancaria e offrono prodotti di diverse società di gestione, in realtà anche loro vivono grazie alle retrocessioni dei prodotti che offrono e sono portati a vendere maggiormente quelli sui quali percepiscono una provvigione maggiore.

In alcuni casi, l’istituto finanziario in cui lavorano questi operatori prevede anche una parcella così da far sembrare il servizio una vera consulenza. In questa situazione, il cliente si ritrova a pagare due volte, ossia la parcella e i costi dei prodotti.

Nel caso vi affidiate ad un consulente non indipendente/autonomo il processo è il seguente.

L’istituto finanziario decide i prodotti da far vendere alla propria rete di vendita. La rete vende i prodotti forniti dalla banca e quelli dai quali percepisce una provvigione maggiore. Il cliente si ritrova a comprare prodotti con costi molto elevati. Purtroppo, la maggior parte delle volte non se ne rende neanche conto perché i costi vengono scalati trimestralmente dal rendimento del prodotto. Ad esempio, qualora il fondo rendesse il 6%, il cliente si ritrova con un rendimento del 3% dato che la banca si è trattenuta lo 0,75% ogni trimestre. Infine, il promotore (venditore) incassa la provvigione sui prodotti venduti.

Come potete intuire il conflitto di interesse è tangibile.

La Nostra Indipendenza

Soltanto se il consulente finanziario è remunerato esclusivamente dal proprio cliente e non riceve retrocessioni né provvigioni da alcuna banca, intermediario o società di gestione si può definire indipendente e la sua consulenza non sarà soggetta al conflitto di interesse menzionato precedentemente.

Busnelli & Associati non ha alcun rapporto con banche, non vende prodotti, non riceve retrocessioni, né provvigioni. Siamo remunerati soltanto dalla parcella dei nostri clienti. In questo modo, il nostro interesse coincide esclusivamente con quello del cliente, permettendoci di offrire un servizio di consulenza indipendente.

Menu
error: Copyright, diritto d\'autore e proprietà intellettuale dei contenuti.