Consulente Finanziario Indipendente: come lavora?

Il consulente finanziario indipendente è un libero professionista che fornisce tutti i suoi servizi finanziari in modo disinteressato e nell’esclusivo interesse dei clienti.

Come abbiamo visto in un altro articolo, i principali servizi offerti dal consulente finanziario indipendente sono la Pianificazione Finanziaria, l’Asset Allocation e la Gestione dell’emotività.

Vediamo adesso come lavora un bravo consulente indipendente, come gestisce il portafoglio.

 

Metodo

 

Innanzitutto utilizza un metodo, segue una strategia. Seleziona i prodotti seguendo dei criteri e delle regole precise.
Nella costruzione del portafoglio e più nello specifico nella scelta di ogni singolo titolo prende in considerazione: variabili macroeconomiche, fondamentali degli emittenti e analisi tecnica.

 

Gestione attiva

 

Applica una gestione attiva. Il portafoglio è soggetto ad un continuo processo di allineamento ai nuovi scenari di mercato dovuti all’evoluzione del contesto politico, economico e finanziario, divenendo, così, più aggressivo o prudente in base alla situazione.

Per realizzare un’appropriata selezione dei titoli (Security picking) e un’efficace tempistica di acquisto e vendita dei titoli (Market timing) un bravo consulente finanziario indipendente analizza costantemente il mercato, attuale e futuro e tiene conto delle preferenze di rischio/rendimento dell’investitore.

Avendo maggiori informazioni a disposizione rispetto ad un privato ed essendo basata su esperienza e giudizio professionale, che permettono al consulente di prendere decisioni più appropriate, una gestione realmente attiva e flessibile porta risultati migliori. In effetti, il portafoglio non viene lasciato fermo per mesi in balia degli eventi. Con questo metodo, si ha una maggiore possibilità di cogliere le opportunità che si presentano ogni anno sui mercati e in caso di situazioni non favorevoli di vendere tempestivamente.

 

Diversificazione

 

Per ridurre il rischio e bilanciare bene il portafoglio, il consulente finanziario indipendente diversifica su svariate asset class: Titoli di Stato, Obbligazioni Societarie Investment Grade, Obbligazioni Societarie High Yield, obbligazioni europee, americane, dei Paesi emergenti, Azioni, Materie Prime, Valute.

All’interno di ogni classe di attivo diversifica l’investimento in vari prodotti.

Questa struttura consente che fluttuazioni dei prezzi o rischi improvvisi, non abbiano un effetto negativo significativo sul portafoglio e non superino i limiti di tolleranza predefiniti dei clienti.

 

In conclusione, un bravo consulente finanziario indipendente grazie a tutto questo riesce a massimizzare il rendimento sostenendo il minimo rischio.

 

Contributor: Andrea Panzitta