Azioni: cosa sono?

Le azioni sono un titolo di proprietà negoziabile. Rappresentano una parte del capitale di una società, di società cooperative, o di società a  responsabilità limitata. in altre parole rappresentano l’unità minima di partecipazione al capitale sociale di una società.

Azioni: i diritti

La detenzione di azioni è soprattutto sinonimo di due tipi di diritti:

Diritti economico-patrimoniali, come il diritto ai dividendi o al diritto al rimborso.

Diritti amministrativi, come il diritto di voto nelle assemblee generali, per partecipare alle principali decisioni strategiche dell’azienda.

 

Ogni tipologia di azione attribuisce al possessore specifici diritti amministrativi e diritti economico-patrimoniali.

Per la stessa categoria tali diritti sono proporzionali al numero di azioni possedute.

Le principali tipologie possiedono un diritto di voto, ossia il diritto di partecipare alle assemblee generali ed influire di conseguenza sulle decisioni dell’azienda.

Inoltre, in Italia, non è possibile emettere azioni a voto plurimo. Tuttavia è concepibile emettere azioni prive del diritto di voto, con diritto di voto limitato oppure subordinato.

Azioni: gli obbiettivi

Le loro caratteristiche intrinseche spingono un investitore ad acquistarle per diverse ragioni.

In effetti, la detenzione di un’azione può quindi sottostare a diverse logiche, che non si escludono necessariamente a vicenda, come la costituzione di un portafoglio per ottenere plusvalenze in caso di rivendita, la percezione di un reddito regolare attraverso i dividendi o l’influenza sulle decisioni prese da una società.

 

Il proprietario di un’azione può essere una persona fisica, una società, un’istituzione (Banca, Fondo di Investimento, SICAV, Fondo Pensione), una fondazione, lo Stato, ecc. Tutti gli azionisti costituiscono quella che viene chiamata “partecipazione azionaria”.

 

Essendo il mercato azionario variegato e complesso, prima di cimentarsi con l’acquisto di azioni è necessario essere consapevoli dei possibili rischi che esso comporta, quali, ad esempio, la possibilità di perdere tutto il capitale investito e un’alta volatilità del valore dell’investimento.

Per questo motivo, è essenziale rivolgersi ad un professionista con esperienza prima di costruirsi il proprio portafoglio azionario. Soltanto grazie all’aiuto di un consulente finanziario indipendente è possibile costruire un portafoglio azionario in grado di soddisfare i propri obbiettivi economico-finanziari e il proprio grado di rischio-rendimento.

 

Contributor: Andrea Panzitta