In America possibili incentivi fiscali per chi acquista azioni

Nell’ambito del prossimo pacchetto di tagli fiscali la Casa Bianca sta valutando modi per incentivare le famiglie statunitensi a investire nel mercato azionario.

La proposta si rivolgerebbe a famiglie che guadagnano fino a 200.000 $ l’anno che potrebbero investire fino a 10.000 $ l’anno di quel reddito senza dover pagare delle tasse.

Larry Kudlow, direttore del National Economic Council, ha dichiarato alla CNBC che il provvedimento vuole creare conti di risparmio universali, che combinerebbero:

• risparmi per la pensione
• risparmi per l’istruzione
• risparmi per l’assistenza sanitaria

La misura prevedrebbe che tutte le somme investite in questo conto universale non sarebbero soggette a imposte sulle plusvalenze, rendendo quindi l’investimento più conveniente ed attraente.

Questa esenzione fiscale non dovrebbe riguardare solamente le azioni, ma anche le obbligazioni potrebbero rientrare.

Kudlow ha precisato come al momento queste sono solamente delle idee, e ancora non sono state prese delle decisioni a riguardo.

 

Trump continua con il taglio delle tasse?

 

Uno sviluppo su questo fronte potrebbe arrivare da Trump, che in cerca della rielezione a novembre potrebbe insistere su questo tema, in quanto fa del taglio alle tasse un suo cavallo di battaglia.

Dopo la recessione del 2008 il numero di famiglie statunitensi che possiede azioni è sceso dal 62% al 52%, e nel 2019 è risalito al 55%; la norma dunque vorrebbe invogliare un maggior numero di famiglie a inserire le azioni nel loro patrimonio, ritornando a raggiungere i livelli precedenti alla crisi.

Trump è molto orgoglioso delle performance registrate dagli indici azionari americani da quando ha preso il potere, e cerca sempre il modo di spingerli verso l’alto, e questa proposta andrebbe in tal senso.

Nel caso l’economia USA dovesse subire dei rallentamenti i funzionari di Trump stanno mettendo al vaglio l’ipotesi di tagliare le tasse al ceto medio, e portare l’aliquota sui redditi di questi al 15%.

Probabilmente tutte queste proposte verranno svelate in autunno e Trump ci farà sopra la sua campagna elettorale per cercare di essere rieletto.

 

Contributo di Enrico Barbares