Tipologie di obbligazioni

È complesso dare una suddivisione coerente delle varie tipologie di obbligazioni finanziarie poiché il loro numero e caratteristiche sono in continuo mutamento. Nonostante ciò, conoscere le principali tipologie e caratteristiche dei titoli obbligazionari è un passo fondamentale per coglierne il comportamento. Di seguito, analizzeremo alcune delle tipologie di obbligazioni più diffuse.

Tipologie di obbligazioni: Zero Coupon

Intuibile dalla propria nominazione, gli zero coupon bonds sono obbligazioni senza alcuna distribuzione di cedole. Questo strumento non offre alcun interesse durante la sua vita. In effetti, l’emittente si impegna a pagare una certa somma soltanto a scadenza. In altre parole, non si avrà un rendimento periodico bensì un solo flusso di cassa a scadenza. Di conseguenza, il guadagno per il sottoscrittore risiede nella differenza tra prezzo d’acquisto e valore di rimborso. Per tale motivo, le obbligazioni vengono vendute sotto la pari, ossia, ad un prezzo minore del loro valore nominale. Questa tipologia nasce negli Stati Uniti negli anni Ottanta per ridurre i costi dell’immettente (data l’assenza dei flussi di cassa).

Tipologie di obbligazioni: obbligazioni con cedola

I titoli Obbligazionari con Cedola prevedono una distribuzione degli interessi a predeterminati intervalli di tempo fino alla scadenza del titolo; momento in cui, oltre all’ultima cedola verrà versato pure il rimborso del valore nominale. All’intero di questa categoria si possono distinguere: Obbligazioni a Tasso Fisso e Obbligazioni a Tasso Variabile.

Le Obbligazioni a Tasso Fisso garantiscono un rendimento fisso fino a scadenza. In altre parole, assicurano una cedola, appunto fissa, e a scadenza il rimborso del valore nominale.

Diversamente, le Obbligazioni a Tasso Variabile hanno una cedola che varia in relazione a un parametro di riferimento, per esempio l’indice euribor. Il rendimento di queste obbligazioni è strettamente correlato all’andamento del parametro preso in considerazione. Anche in questo caso, a scadenza sarà rimborsato il valore nominale.

Tipologie di obbligazioni: obbligazioni inflation linked

Le cedole o il rimborso finale sono legati all’andamento dell’inflazione.

Tipologie di obbligazioni: obbligazioni strutturate

Le obbligazioni strutturate sono titoli complessi. Esse sono composte da una obbligazione ordinaria più un derivato finanziario. La loro principale caratteristica è che il rendimento dipende soprattutto dal verificarsi delle condizioni contrattuali dettate dall’emittente. Solitamente che un indice azionario o un paniere di azioni permanga al di sopra di un certo prezzo.

Tipologie di obbligazioni: obbligazioni convertibili

Consentono al sottoscrittore da una certa data di convertire l’obbligazione in azione ad un prezzo prefissato.

Tipologie di obbligazioni: obbligazioni subordinate

Precedentemente analizzate nell’articolo “Le obbligazioni Subordinate” i titoli di debito subordinati, o junior, sono titoli il cui rimborso, nel caso di liquidazione o fallimento dell’emittente, avviene successivamente a quello dei creditori ordinari, comprese le normali obbligazioni senior o ordinarie. In altre parole, le obbligazioni subordinate si collocano, per il diritto al rimborso, tra le obbligazioni senior/ordinarie e gli azionisti.

 

Come avete potuto notare, il mondo obbligazionario è pieno di complesse e numerose sfaccettature per il risparmiatore. Nonostante ciò, come per qualsiasi altro strumento finanziario, è importante per l’investitore effettuare una corretta e mirata diversificazione, sia per tipologia che per emittente. In ogni caso, essendo uno strumento finanziario complesso, è consigliabile farsi affiancare da un consulente finanziario indipendente così che il proprio portafoglio obbligazionario possa rispecchiare il proprio profilo di rischio-rendimento.

 

Contributor: Andrea Panzitta