MIFID 2: nuova normativa del 2018

Da gennaio 2018 è entrata in vigore la MIFID 2. MIFID 2, sigla di Markets in Financial Instruments Directive, rappresenta una continuazione ed un miglioramento della prima MIFID che è stata introdotta nel 2007.
L’obiettivo è una maggiore trasparenza informativa ed una migliore tutela per gli investitori.


MiFID 2 consulenza

Dovrà essere specificato se la consulenza è prestata su base indipendente o non indipendente. Nel primo caso il consulente sarà pagato solo con una parcella per la consulenza prestata, nel secondo caso, il consulente, legato ad un produttore sarà remunerato con le retrocessioni sui prodotti venduti.
Il consulente dovrà sempre specificare la gamma di prodotti sui quali presta consulenza e dovrà fornire una periodica valutazione dell’adeguatezza degli strumenti finanziari consigliati.
Vengono regolamentati gli incentivi, vietati ai consulenti indipendenti.

MiFID 2 costi

È prevista una maggiore chiarezza. Tutte le spese, dovranno essere espresse in termini assoluti e non solo in termini percentuali.
Le informative sui costi dovranno essere fornite ex ante ed ex post.
In caso di switch analisi costi e benefici.

MiFID 2 adeguatezza del rischio

I produttori dovranno definire il segmento di clientela a cui destinare un determinato strumento finanziario. I collocatori dovranno individuare il profilo del cliente sulla base della sua tolleranza al rischio e capacità di sostenere le perdite.

MiFID 2 documentazione KID

Le imprese finanziarie devono produrre una documentazione, confrontabile tra prodotti differenti, che permetta di comprendere il prodotto in funzione di livelli di rischio, rendimenti in base diversi scenari, incidenza dei costi sul rendimento. Il documento in questione si chiama KID (Key Information Document) e riguarda i prodotti di investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (PRIIP): fondi, prodotti assicurativi, prodotti strutturati, obbligazioni convertibili, derivati.

Punto cardine della MiFID 2 è fare in modo che l’investimento sia il più adeguato possibile alle reali esigenze dei clienti. Tutto ciò dovrà essere sempre costantemente dimostrato tramite una relazione periodica delle azioni in corso. All’interno di tale relazione verrà spiegato passo dopo passo perché determinate azioni finanziarie e investimenti sono i più idonei alle caratteristiche del cliente preso in esame e ai suoi obiettivi. MiFID 2 è fatta in modo che l’adeguatezza dell’investimento sia continua.